Il ponte dell’arcobaleno dei cani: addio Baak

Deal Score0
Deal Score0

Ogni volta che muore un cane, gli si dice buon ponte, ma sai che cosa significa?

Te lo spiego subito e mentre te lo spiego, voglio dare il mio ultimo addio (anzi, un arrivederci) a un grosso amico.

Ero piccola, adolescente quando incontrai Baak.

Per chi non lo sa o ha perso il post sul gruppo (se ancora non sei iscritto clicca qui), lui era il papà della mia Evril, la mascotte del nostro progetto cinofilo.

Baak mi ha fatto il regalo più bello che potessi ricevere nella mia vita e non potrò mai ringraziarlo.

Chi non ha la fortuna di vivere con i genitori dei propri cani, forse non si rende conto di quanto i nostri amici somiglino ai propri genitori (questo accade anche per noi esseri umani)

Così Evril somigliava molto a Baak.

Lui era un eterno cucciolone e ricordo di come riusciva a cambiare il timbro del suo abbaio per richiedere attenzioni.

Non è mai stato aggressivo, ma rompiscatole a volte sì.

Evril è nata nella famiglia del mio ex ragazzo, che porterò sempre nel mio cuore. Quando mi sono lasciata, quando ne avevo l’occasione, andavo a trovarli e mi piaceva rivedere Baak e stare in sua compagnia.

Ricordo come amasse andare vicino l’acqua quando si annaffiavano le piante, di come abbaiasse e cercava di prenderla.

Evril ha ripreso molto questo aspetto: rompiscatole e adorabile quando vede un getto d’acqua…

Perciò, anche se non ci sei più, continuerai a vivere in Evril fino a quando anche lei non ti raggiungerà sul ponte.

La leggenda del ponte dell’arcobaleno

Sono tanti i cani che abbiamo perso e, ultimamente la famiglia di Baak ha perso due pelosi e una nonna fantastica.

All’inizio di questo articolo ti avevo detto che ti avrei raccontato la leggenda dell’arcobaleno e te la racconto a modo mio, in una versione personalizzata.

“Una leggenda Indiana narra che, quando gli animali muoiono, arrivino in un posto ai confini del paradiso, chiamato ponte dell’arcobaleno. Qui i nostri amati amici hanno il loro cibo preferito, tanti giochi e acqua fresca a volontà. Corrono felici, giocano e si divertono e tornano ad essere in perfetta salute. Quelli che in vita erano deformi, tornano ad avere una forma perfetta; quelli che non camminavano, tornano a correre e a giocare e quelli che sono morti di tumore e ci hanno lasciati prematuramente, non hanno più nessun dolore.

Sono tutti felici, tranne per un motivo: sentono la mancanza dei loro amati umani che hanno lasciato sulla terra.

Così, a volte, succede che un cane smetta di giocare, si metta sull’attenti, drizzi le orecchie e inizi a scodinzolare…

Inizia a correre come se quasi non toccasse il suolo dell’erba, come se volasse sopra e proprio in quell’istante, salta addosso al suo amato umano, leccandogli la faccia e facendogli mille feste. E da questo momento i due staranno insieme per sempre, attraverseranno il ponte e varcheranno le porte del paradiso…

Ogni volta che guarderò un arcobaleno a seguito di un temporale mi piace immaginare questo: “ Baak che smette di giocare con Cleo, da un segnale alla sua compagna Luna, un piccolo sguardo a Billy, si mettono sull’attenti, guardano all’orizzonte e vedono Maria (o Peggia come sono stata abituata a chiamare la nonna del mio ex), le fanno mille feste e insieme sono pronti per varcare la porta del paradiso”.

Ci sono amici però che aspettano ancora lì, perciò, quando guarderai anche tu un arcobaleno, dagli un pensiero e prova a immaginarli giocare tutti insieme senza nessun malanno.

Mi piace immaginare questo sui miei amici, quando vedo l’arcobaleno in cielo:

“Camilla che gioca con Gaas; All che ritrova i suoi fratelli Jhon e Jack; Mia e Peca che giocano insieme; Spino che mordicchia il suo gioco preferito…”

E per chi non crede a tutto questo e a nessun tipo di aldilà per noi e per loro, ricorda che ogni peloso che abbiamo perso non morirà mai veramente finché vivrà nei nostri cuori e ricordi.

Conclusioni

Perdere un amico fa male, ne ho persi già molti. Se è la prima volta che leggi qualcosa su di me, voglio ricordarti la mission di questo blog.

I cani vivono molto meno di noi (purtroppo) e mentre noi potremo avere diversi amici a 4 zampe lungo il nostro percorso, loro avranno solo noi per tutta la loro vita. È loro diritto vivere al massimo delle loro potenzialità ed è nostro dovere fare in modo che accada.

Silvia Marini

Per questo motivo ho creato un gruppo Facebook dove collaboro con educatori cinofili per dare utili consigli su come prenderci cura del benessere di fido.

Se non fai ancora parte del gruppo, clicca sul link per accedere immediatamente e unirti alle più delle mille persone che sostengono il cane al 100%.

1 Comment
  1. Mi ha piacutto molto il tuo articolo.

Leave a reply

1 Comment
  1. Mi ha piacutto molto il tuo articolo.

Leave a reply

Le Zampe di Fido

Le Zampe di Fido è il sito web comparatore di prodotti, consigliato dagli esperti della cinofilia, registrato nel 2019 e di proprietà di Silvia Marini. Consultalo per vivere al meglio l’esperienza con il tuo migliore amico.

Seguici sui Social

“Copyrights – 2020 lezampedifido.it  – Tutti i diritti riservati”

Le zampe di fido
Logo
Enable registration in settings - general