Sassuolo: signora sbranata da due cani in casa

Deal Score0
Deal Score0

Accade il 15 ottobre, quando una signora quasi novantenne entra per sbaglio nella casa dei vicini e viene sbranata da due cani.

In questo articolo puoi leggere la storia completa, ma dato che io non sono un blog di news e un magazine, qui, come al solito troverai solo delle mie riflessioni.

Non so se lo sai o se hai letto il mio libro “Il cane che mi insegnò a volare”, ma anni fa sono stata aggredita da 3 pitbull insieme alla mia Evril.

I cani avevano dei cuccioli e vedendo me e la mia chicca (che al tempo camminava con grande difficoltà), sono usciti dalla loro proprietà e ci hanno attaccate.

Se vedete me e lei sui social, potete intuire che alla fine è passato tutto.

Ha fatto diverse cure, ma possiamo raccontarlo.

Detto ciò, per quanto riguarda la mia storia, non ho dato colpa ai cani, ma ai padroni che non avendo un cancello in casa e tenendo i cani liberi in questo modo, hanno causato l’incidente.  Però non ho posto nessuna denuncia, perché a rimetterci sarebbero stati i cani.

Nell’episodio di Sassuolo, invece, la famiglia è davvero dispiaciuta dell’accaduto e vuole dare via i suoi cani perché non ha il coraggio di guardarli.

Non mi sento di giudicare, perché sono convinta  che prima di parlare, devi esserci passato, e ogni situazione è a sé. Posso però dire una mia piccola riflessione.

I cani, in ogni caso, vanno sempre educati. Ognuno ha le sue motivazioni e nessuno può fargliene una colpa, sta a noi andare a gestirle e a indirizzarle nel migliore dei modi.

Spesso accade che, quando si decide di adottare un cane, lo si fa solo per estetica e perché “Mi piace quella razza lì”, senza andarsi a documentare efficacemente sui bisogni specifici. Oggi, in molti, non adottano più i cani per il motivo della sua selezione. Non dico che tutti devono prendere un cane e fargli fare solo ciò per cui sono predisposti, ma è nostro dovere capire e studiare a fondo la razza scelta.

Dobbiamo capire come relazionarci con le loro motivazioni, solo in questo modo vivremo completamente il cane.

Mi dispiace per l’episodio accaduto e non ne faccio una colpa a nessuno. Queste sono solo alcuni spunti per aiutare le persone a riflettere sulla responsabilità che ognuno ha nei confronti di queste creature.

Questo purtroppo è un terribile incidente perché i cani erano in casa della famiglia e c’era solo la padroncina con i suoi cani recintati nella propria abitazione.

Per superare dei traumi ci vuole tempo e io lo so bene. Ma se li si superano, si comprenderà ancora meglio questo legame che ci accomuna con i cani.

Tu, che cosa ne pensi?

Se non vuoi perderti nulla riguardo il mondo di fido e le riflessioni sugli accadimenti cinofili, iscriviti alla newsletter e in regalo riceverai anche un ebook sull’importanza del gioco con fido, come elemento differenziante per migliorare la vostra relazione.

Ti aspettiamo

Le Zampe di Fido

Le Zampe di Fido è il sito web comparatore di prodotti, consigliato dagli esperti della cinofilia, registrato nel 2019 e di proprietà di Silvia Marini. Consultalo per vivere al meglio l’esperienza con il tuo migliore amico.

Seguici sui Social

“Copyrights – 2020 lezampedifido.it  – Tutti i diritti riservati”

Le zampe di fido
Logo
Enable registration in settings - general