A Natale con Freud – un labrador in casa

A Natale con Freud – un labrador in casa

La magia del natale è alle porte e magari, per queste feste e per tutta la famiglia, avrai pensato (o lo avrai già fatto) di renderlo memorabile regalando un cucciolo da trovare sotto l’albero. E già immagini la sua faccia illuminarsi la sera di Natale.

Beh, se questo è stato il tuo pensiero ti voglio raccontare come Freud (uno dei miei cani) è entrato nella famiglia Marini.

Freud entra nella nostra vita ben 9 anni fa, intorno al 20 dicembre, a pochi giorni dal Natale.

Era un regalo di Irene, la ex ragazza di mio fratello Federico, perché (parole sue, non mi prendo nessuna responsabilità) “Così quando ci lasceremo ti resterà un ricordo di me”.

E in effetti si sono lasciati, ma questa è un’altra storia…

Tornando a Freud, il regalo, in effetti, era stato molto “originale” dato che, all’epoca, avevamo 5 cani (ora ne abbiamo 7) e il posto per tenerli non ci mancava.

Freud, non appena entrato nella nostra vita, soffriva purtroppo di gastroenterite. Non so se è un caso (penso di no…) ma i cani a cui mi sono più affezionata nella mia vita, non sono stati certo i cani “da collezione”, quelli da mostrare, e magari agghindati in maniera ridicola.

Sono stati, piuttosto, amici veri, amici a quattro zampe che avevano bisogno di cure e di attenzioni. Proprio come Freud che venne curato a Napoli da un medico specialista e, fortunatamente, ora sta benissimo, forse meglio di noi, e ogni giorno solo guardandolo nei suoi occhioni mi rende felice.

Se desideri avere un cucciolo in famiglia per natale,  aspetta solo un secondo.

Non tutti possono avere un cane, perché un cane (e questo devi ricordartelo sempre) non è un giocattolo. Un cane è una responsabilità per tutto il tempo che trascorrete insieme.

Questo vuol dire che la tua vita cambierà e dovrai trattarlo (tu e la tua famiglia) quasi come un figlio. Ogni singolo giorno dovrai pensare a farlo mangiare, fare attenzione che non mangi cose che gli fanno male, e fargli fare i suoi bisogni.

 

Ma non solo…

Durante le vacanze, per esempio, non potrai certo lasciarlo da solo per un mese. La prima cosa a cui dovrai pensare quando prenoti le vacanze, è se hai la possibilità di portarlo con te. E se non trovi nessuna struttura che possa ospitare un cane e proprio non puoi fare a meno di partire, organizzati subito per trovare una persona di fiducia che possa controllarlo. Oppure, come nel mio caso, fare le vacanze separate per non lasciare i nostri amici a quattro zampe da soli.

Bene, se ancora vuoi un cane, devi sapere che farai il più bel regalo del mondo, a te stesso o a tuo figlio. Un essere che non ti abbandonerà mai, che ti amerà illimitatamente e senza condizioni, e che ti guarderà sempre come se fossi l’unico essere importante della sua vita. E ti ricorderai per sempre questo Natale 2019. Auguri!

2019-12-24T10:13:33+00:00

Leave A Comment